X
Cover Campaign Inspiration
X

Close

Swipe to the left

​ Una soluzione probiotica per la depressione e l'ansia

Stampa
​ Una soluzione probiotica per la depressione e l'ansia
By Frederik Gammelby Jensen 14 days ago 64 Views

Novembre 2019

Di Michael Downey


Molte persone che soffrono di depressione e ansia non sono aperte ai trattamenti convenzionali. Le risposte individuali ai trattamenti per la depressione variano notevolmente da persona a persona.

Tra coloro che assumono antidepressivi, il 30% -50% ritiene che il loro trattamento iniziale non funzioni [1,2] e due terzi sperimentino almeno un effetto collaterale, tra cui la nausea, l’aumento di peso, l’affaticamento e la disfunzione sessuale ed altro ancora [2, 3].

Tuttavia, gli scienziati hanno trovato un nuovo modo per alleviare i disturbi dell'umore: i probiotici. È stato scoperto che due ceppi unici di questi batteri utili, riducono significativamente lo stress, l'ansia e la depressione.

Uno studio sull'uomo ha mostrato un miglioramento del 50% nei punteggi della depressione con l’assunzione di questi due probiotici e un altro ha mostrato un miglioramento del 55% nei punteggi dell'ansia, il tutto senza effetti collaterali [4,5].

Gli scienziati hanno ora combinato questi probiotici con un estratto della spezia zafferano. Il risultato è un modo nuovo, sicuro e potente per alleviare la depressione e l'ansia e migliorare l'umore in generale.


I microrganismi e l’umore

I probiotici sono batteri benefici che mantengono l’equilibrio dei microrganismi nell'intestino.

Decenni di ricerca hanno stabilito che essi favoriscono la salute dell'apparato digerente, del sistema immunitario e quella orale. Ma le ricerche più recenti rivelano che i probiotici incoraggiano anche il benessere psicologico [4,5,6-11].

Può sembrare incredibile. Ma funziona cosi [6]:

• Il sistema neurale intestinale è composto da 200-600 milioni di neuroni, cellule che ricevono, elaborano e trasmettono informazioni [12].

• I microrganismi intestinali possono secernere molti tipi di neurotrasmettitori; delle sostanze chimiche che inviano segnali da un neurone a un altro [13]. Comprendono il GABA (acido gamma-aminobutirrico), che allevia l'ansia e migliora l'umore.

• Alcuni batteri intestinali aumentano i livelli cerebrali di BDNF (fattore neurotrofico derivato dal cervello), un fattore di crescita noto per promuovere lo sviluppo, la sopravvivenza e la funzione dei neuroni e per incoraggiare la salute delle sinapsi.

• Si ritiene che alcuni cambiamenti dei neurotrasmettitori durante lo stato di stress siano causati non dallo stress stesso, ma dai microrganismi intestinali indesiderati.

• L'assunzione di specifici ceppi di probiotici può migliorare e ridistribuire le specie di microbi per alleviare l'ansia e la depressione.

Questa interazione tra l'intestino e il cervello è conosciuta come l'asse intestino-cervello. Spiega come i microrganismi che risiedono nel nostro intestino possono influenzare il modo in cui ci sentiamo [6, 11, 14, 15]. L'uso di ceppi probiotici per alterare l'umore è così promettente, che gli scienziati hanno soprannominato il settore; psicobiotico [7-9].




Vuoi provare questo prodotto? Ottieni FLORASSIST® Mood qui!


I probiotici regolano lo stress

Gli studi hanno dimostrato che una combinazione di due ceppi unici di probiotici allevia i sintomi dello stress, dell’ansia e della depressione [4,5]. I due probiotici sono Lactobacillus helveticus R0052 e Bifidobacterium longum R0175.

Operando attraverso l'asse intestino-cervello, portano a:

  • Una produzione maggiore del neurotrasmettitore GABA che allevia l'ansia [16].
  • L’aumento dei livelli della doublecortina nell'ippocampo, che è la regione di elaborazione della memoria del cervello. La doublecortina è una proteina importante nel movimento e nella differenziazione dei neuroni, ed è anche un marker per la formazione di nuove cellule cerebrali in un modello sperimentale dello stress cronico [17].
  • Diminuzione dei livelli delle citochine pro-infiammatorie e un aumento della produzione di citochine anti-infiammatorie [4,5,18].


I risultati degli studi sull'uomo

Gli scienziati hanno condotto vari studi clinici umani, randomizzati e controllati con placebo, sui probiotici.

È stato condotto uno studio su 55 volontari, di età compresa tra 30 e 60 anni, con lieve depressione o ansia. Ogni giorno, alcuni partecipanti assumevano un placebo, mentre altri prendevano 3 miliardi di CFU (unità formanti colonie, una misura del numero di microrganismi) della combinazione probiotica [4].

Dopo 30 giorni, i soggetti che assumevano i probiotici hanno avuto i seguenti cambiamenti nel punteggio nei test standard, rispetto al gruppo placebo [4]:

  • miglioramento del 50% nei punteggi della depressione,
  • miglioramento del 36% nella scala dell'ansia e della depressione in ospedale,
  • miglioramento del 49% dell'indice di gravità globale, una misura del disagio psicologico generale,
  • miglioramento del 60% nei punteggi di rabbia-ostilità e
  • una riduzione del 13% del cortisolo libero nelle urine, una misura ormonale dello stress cronico.

Il gruppo probiotico ha anche mostrato riduzioni nell'auto-colpevolizzarsi e miglioramenti nelle capacità della risoluzione dei problemi [4].


Una combinazione unica di ingredienti antidepressivi

Per la prima volta, gli scienziati hanno combinato i probiotici che migliorano l'umore; il Lactobacillus helveticus R0052 e il Bifidobacterium longum R0175 con l’estratto di zafferano, per i massimi benefici antidepressivi e anti-ansia. I ricercatori hanno utilizzato dosaggi basati su studi clinici che dimostrano l'efficacia sicura.

Per ottimizzare questa formula, è stata sviluppata una forma unica di estratto di zafferano dopo aver studiato i risultati di numerosi studi clinici. È un estratto etanolico all'80%, standardizzato all'11% di crocina e al 2% di safranale: le percentuali di questi composti attivi sono risultati i più utili negli studi.


Sommario

I risultati dei studi di laboratorio e quelli umani hanno identificato due ceppi di probiotici che possono ridurre significativamente la depressione e l'ansia, senza gli effetti collaterali che spesso derivano dai farmaci antidepressivi.

Studi clinici dimostrano anche che l'estratto di zafferano migliora significativamente i punteggi della depressione ed è altrettanto benefico come i farmaci antidepressivi comuni, senza gli effetti indesiderati.

Questi due probiotici e lo zafferano sono stati combinati per fornire un'opzione unica per combattere l'ansia e la depressione.


Riferimenti

  • Alboni S, Poggini S, Garofalo S, et al. Fluoxetine treatment affects the inflammatory response and microglial function according to the quality of the living environment. Brain, Behavior, and Immunity. 2016 2016/11/01/;58:261-71.
  • Available at: https://www.consumerreports.org/cro/2013/09/best-treatments-for-depression/index.htm. Accessed August 6, 2019.
  • Available at: https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/depression/in-depth/antidepressants/art-20049305. Accessed August 13, 2019.
  • Messaoudi M, Lalonde R, Violle N, et al. Assessment of psychotropic-like properties of a probiotic formulation (Lactobacillus helveticus R0052 and Bifidobacterium longum R0175) in rats and human subjects. Br J Nutr. 2011 Mar;105(5):755-64.
  • Messaoudi M, Violle N, Bisson JF, et al. Beneficial psychological effects of a probiotic formulation (Lactobacillus helveticus R0052 and Bifidobacterium longum R0175) in healthy human volunteers. Gut Microbes. 2011 Jul-Aug;2(4):256-61.
  • Liu L, Zhu G. Gut-Brain Axis and Mood Disorder. Front Psychiatry. 2018;9:223.
  • Zhou L, Foster JA. Psychobiotics and the gut-brain axis: in the pursuit of happiness. Neuropsychiatr Dis Treat. 2015;11:715-23.
  • Kali A. Psychobiotics: An emerging probiotic in psychiatric practice. Biomed J. 2016 Jun;39(3):223-4.
  • Sarkar A, Lehto SM, Harty S, et al. Psychobiotics and the Manipulation of Bacteria-Gut-Brain Signals. Trends Neurosci. 2016 Nov;39(11):763-81.
  • Dinan TG, Stanton C, Cryan JF. Psychobiotics: a novel class of psychotropic. Biol Psychiatry. 2013b Nov 15;74(10):720-6.
  • Rieder R, Wisniewski PJ, Alderman BL, et al. Microbes and mental health: A review. Brain Behav Immun. 2017 Jan 25.
  • Furness JB, Callaghan BP, Rivera LR, et al. The enteric nervous system and gastrointestinal innervation: integrated local and central control. Adv Exp Med Biol. 2014;817:39-71.
  • Strandwitz P. Neurotransmitter modulation by the gut microbiota. Brain Res. 2018 Aug 15;1693(Pt B):128-33.
  • Kelly JR, Minuto C, Cryan JF, et al. Cross Talk: The Microbiota and Neurodevelopmental Disorders. Front Neurosci. 2017;11:490.
  • Clark A, Mach N. Exercise-induced stress behavior, gut-microbiota-brain axis and diet: a systematic review for athletes. J Int Soc Sports Nutr. 2016;13:43.
  • Lallemand. Unpublished Supplier Communication: GABA production. 2017, data on file.
  • Ait-Belgnaoui A, Colom A, Braniste V, et al. Probiotic gut effect prevents the chronic psychological stress-induced brain activity abnormality in mice. Neurogastroenterol Motil. 2014 Apr;26(4):510-20.
  • Arseneault-Breard J, Rondeau I, Gilbert K, et al. Combination of Lactobacillus helveticus R0052 and Bifidobacterium longum R0175 reduces post-myocardial infarction depression symptoms and restores intestinal permeability in a rat model. Br J Nutr. 2012 Jun;107(12):1793-9.