Cover Campaign Inspiration
X

Close

Swipe to the left

Migliorare i benefici salva vita della vitamina K

Stampa
Migliorare i benefici salva vita della vitamina K
By Frederik Gammelby Jensen 3 months ago 275 Views

Giugno 2019

Di Lisa Stanton

Studi recenti hanno migliorato la nostra comprensione della vitamina K. Da tempo sappiamo che è essenziale per la densità ossea e per la salute del cuore.1-3 Sono stati scoperti altri modi per ottimizzare i benefici della vitamina K. Ciò ha permesso ai ricercatori di creare una formula di vitamina K più biologicamente attiva.


La vitamina K negli alimenti

Gli scienziati hanno identificato diverse forme e quantità di vitamina K che si trovano negli alimenti. Queste scoperte forniscono informazioni fondamentali sui tipi di vitamina K che dovremmo consumare. Rivela inoltre dei limiti nell'affidarsi al cibo per fornire i tipi e i livelli di vitamina K associati alla salute ottimale delle ossa e la salute cardiovascolare.


Le forme della vitamina K

La vitamina K nel cibo si presenta in due forme generali:


1.La vitamina K1 (o fillochinone), che si trova principalmente nelle verdure a foglia verde.

2. La vitamina K2, trovata nel natto, nella soia fermentata e nei prodotti di origine animale come le uova, la carne, il latte e il formaggio.6


La vitamina K2 ha diversi sottotipi denotati da un numero, come MK-4, MK-6 e MK-7. MK sta per menachinoni, che sono forme di vitamina K che variano nella loro struttura organica. Il MK-7 è una forma di vitamina K a lunga azione, ed è stato disponibile come integratore alimentare per molti anni. Solo di recente il MK-9 è diventato disponibile in forma di integratore.


Limiti all'assunzione dietetica di vitamina K

Gli studi dimostrano che non è fattibile fare affidamento sulla dieta per fornire tutte queste forme di vitamina K. La vitamina K1 contenuta negli alimenti ha unabiodisponibilità bassa.8 Ciò significa che anche se si mangia una grande quantità di verdure a foglia verde, non si possono assorbire quantità adeguate di vitamina K1.

La vitamina K2 si trova nelle più alte concentrazioni in molti alimenti che le persone cercano di limitare, come gli alimenti ricchi di grassi saturi.9 Studi clinici sull'uomo dimostrano che si dovrebbe consumare grandi quantità di formaggio per raggiungere i livelli ottimali di K2. E le versioni di questi alimenti a basso contenuto di grassi hanno spesso un contenuto di vitamina K2 molto inferiore o addirittura nullo. 9

L’integrazione è un modo più efficiente e pratico per aumentare l'assunzione di vitamina K. Ma quali sono le dosi ottimali dei vari tipi di vitamina K che dovremmo consumare quotidianamente?


COSA HAI BISOGNO DI SAPERE

Vitamina K ad ampio spettro

  • La vitamina K è una vitamina essenziale che si trova in due forme generali, la K1 e la K2.
  • La ricerca ha rivelato che la vitamina K è importante non solo per la coagulazione del sangue, ma anche per la salute delle ossa e del sistema cardiovascolare.
  • La ricerca ha anche determinato le dosi ideali di vitamina K1 e K2 necessarie per ottimizzare la salute delle ossa e del cuore.

A causa della scarsa biodisponibilità e dell'alto contenuto di grassi negli alimenti che contengono più vitamina K, diventa problematico ottenere la vitamina K adeguata dalla dieta.


Il ruolo della vitamina K nelle ossa e nei vasi sanguigni

È stato ben compreso l'effetto della vitamina K sulla produzione dei fattori di coagulazione del sangue cruciali per la coagulazione normale. Ma la ricerca ha recentemente rivelato il suo impatto sulle ossa e sui vasi sanguigni.

E’ stato scoperto che diverse proteine, sia nelle ossa che nei vasi sanguigni, sono dipendenti dalla vitamina K. Ciò significa che richiedono adeguati livelli di vitamina K per funzionare.2,3 La vitamina K è essenziale per la produzione di osteocalcina attiva, un ormone osseo coinvolto nellaformazione ossea nuova e spesso utilizzato come marker biochimico della salute generale dello scheletro.

La vitamina K favorisce la deposizione di calcio nelle ossa. Nei vasi sanguigni la vitamina K ha l'effetto opposto, e aiuta a prevenire l'eccesso di deposizione di calcio. La calcificazione nelle arterie è comune in età avanzata ed è associata all’irrigidimento arterioso, alla placca aterosclerotica e all’aumento del rischio di malattie cardiache e renali.3


Sommario

La vitamina K è un nutriente essenziale che viene riconosciuto per maggiori benefici per la salute rispetto al semplice coagulo del sangue. La ricerca scientifica dimostra che un'adeguata assunzione di vitamina K è fondamentale per la salute ottimale ossea, della valvola cardiaca e dei vasi sanguigni.

Nuovi studi rivelano l'importanza di nuove forme di vitamina K che sono associate a un ridotto rischio di malattie legati all'età. Applicando queste conoscenze, gli scienziati hanno creato una formula di vitamina K ad ampio spettro, con composti benefici di MK-6 e MK-9, insieme a K1, MK-4 e MK-7.


Riferimenti

  • Akbari S, Rasouli-Ghahroudi AA. Vitamin K and Bone Metabolism: A Review of the Latest Evidence in Preclinical Studies. Biomed Res Int. 2018;2018:4629383.
  • Villa JKD, Diaz MAN, Pizziolo VR, et al. Effect of vitamin K in bone metabolism and vascular calcification: A review of mechanisms of action and evidences. Crit Rev Food Sci Nutr. 2017 Dec 12;57(18):3959-70.
  • Wen L, Chen J, Duan L, et al. Vitamin Kdependent proteins involved in bone and cardiovascular health (Review). Mol Med Rep. 2018 Jul;18(1):3-15.
  • Geleijnse JM, Vermeer C, Grobbee DE, et al. Dietary intake of menaquinone is associated with a reduced risk of coronary heart disease: the Rotterdam Study. J Nutr. 2004 Nov;134(11):3100-5.
  • Hao G, Zhang B, Gu M, et al. Vitamin K intake and the risk of fractures: A meta-analysis. Medicine (Baltimore). 2017 Apr;96(17):e6725.
  • Maresz K. Proper Calcium Use: Vitamin K2 as a Promoter of Bone and Cardiovascular Health. Integr Med (Encinitas). 2015 Feb;14(1):34-9.
  • Gast GC, de Roos NM, Sluijs I, et al. A high menaquinone intake reduces the incidence of coronary heart disease. Nutr Metab Cardiovasc Dis. 2009 Sep;19(7):504-10.
  • Gijsbers BL, Jie KS, Vermeer C. Effect of food composition on vitamin K absorption in human volunteers. Br J Nutr. 1996 Aug;76(2):223-9.
  • Fu X, Harshman SG, Shen X, et al. Multiple Vitamin K Forms Exist in Dairy Foods. Curr Dev Nutr. 2017Jun;1(6):e000638.
  • Brandenburg VM, Reinartz S, Kaesler N, et al. Slower Progress of Aortic Valve Calcification With Vitamin K Supplementation: Results From a Prospective Interventional Proof-of-Concept Study. Circulation. 2017 May 23;135(21):2081-3.
  • Available at: https://www.cardiosmart.org/heartvalvedisease. Accessed March 8, 2019.
  • Available at: https://nutritiondata.self.com/facts/vegetables-and-vegetable-products/2626/2. Accessed March 8, 2019.
  • Koitaya N, Ezaki J, Nishimuta M, et al. Effect of low dose vitamin K2 (MK-4) supplementation on bio-indices in postmenopausal Japanese women. J Nutr Sci Vitaminol (Tokyo). 2009 Feb;55(1):15-21.
  • Koitaya N, Sekiguchi M, Tousen Y, et al. Low-dose vitamin K2 (MK-4) supplementation for 12 months improves bone metabolism and prevents forearm bone loss in postmenopausal Japanese women. J Bone Miner Metab. 2014 Mar;32(2):142-50.
  • Available at: https://www.nof.org/preventing-fractures/general-facts/what-women-need-to-know/. Accessed March 8, 2019.
  • Knapen MH, Braam LA, Drummen NE, et al. Menaquinone-7 supplementation improves arterial stiffness in healthy postmenopausal women. A double-blind randomised clinical trial. Thromb Haemost. 2015May;113(5):1135-44.
  • Knapen MH, Drummen NE, Smit E, et al. Three-year low-dose menaquinone-7 supplementation helps decrease bone loss in healthy postmenopausal women. Osteoporos Int. 2013 Sep;24(9):2499-507.
  • Beulens JW, Bots ML, Atsma F, et al. High dietary menaquinone intake is associated with reduced coronary calcification. Atherosclerosis. 2009 Apr;203(2):489-93.
  • Kumar R, Binkley N, Vella A. Effect of phylloquinone supplementation on glucose homeostasis in humans. Am J Clin Nutr. 2010 Dec;92(6):1528-32.
  • Nakamura E, Aoki M, Watanabe F, et al. Low-dose menaquinone-4 improves gamma-carboxylation of osteocalcin in young males: a non-placebo-controlled dose-response study. Nutr J. 2014 Aug 27;13:85.
  • Rasekhi H, Karandish M, Jalali MT, et al. The effect of vitamin K1 supplementation on sensitivity and insulin resistance via osteocalcin in prediabetic women: a double-blind randomized controlled clinical trial. Eur J Clin Nutr. 2015 Aug;69(8):891-5.
  • Theuwissen E, Cranenburg EC, Knapen MH, et al. Low-dose menaquinone-7 supplementation improved extra-hepatic vitamin K status, but had no effect on thrombin generation in healthy subjects. Br J Nutr. 2012 Nov 14;108(9):1652-7.
  • Cockayne S, Adamson J, Lanham-New S, et al. Vitamin K and the prevention of fractures: systematic review and meta-analysis of randomized controlled trials. Arch Intern Med. 2006 Jun 26;166(12):1256-61.